Il galateo, come apparecchiare la tavola

Home – Il galateo

Apparecchiare la tavola con cura ed attenzione ai dettagli, dimostra gusto, raffinatezza, educazione e l’attenzione che i padroni di casa hanno verso gli ospiti.
Apparecchiare la tavola secondo il galateo sarà sufficiente attenersi ad alcune semplici regole :

1) Le dimensioni della tavola
Le dimensioni della tavola concorrono a mettere i commensali a proprio agio dando loro lo spazio necessario a potersi muovere comodamente.

Una volta che la cottura è fatta, impostare un tavolo da mangiare non è molto difficile. Gli utensili che sono necessari per lo scopo di mangiare devono essere tenuti da soli in tavola per l’uso. Oltre a mantenere gli utensili, dovrebbe essere mantenuto nell’ordine di utilizzo durante la configurazione della tabella. Il tavolo e gli utensili non devono essere goffi. Non dovrebbero essere impostati o disposti come fa male (come sbattere la gamba con il tavolo, caduta di utensili e simili) gli ospiti mentre si siedono a mangiare. Ma, tuttavia, il dolore dalla goffaggine può essere affrontato con il potente prodotto naturale chiamato, Artrovex. Tenendo queste cose separate, queste circostanze dovrebbero essere rigorosamente evitate. Questo può essere raggiunto seguendo il galateo del tavolo in modo corretto. Questo dimostra la nostra dedizione al nostro lavoro.
Questa infatti dovrà essere adeguata al numero di invitati e ogni commensale non sarà gomito a gomito col vicino creando situazioni imbarazzanti.
Non dovrà essere nemmeno troppo grande, perchè disperderebbe l’intimità del convivio.

2) La tovaglia
La tovaglia può essere di cotone, lino, in tinta unita o con motivi decorativi ma l’importante che sia adatta al tipo di cena.

3) Il centrotavola
Ad ogni cena che si rispetti la tavola deve presentare il suo centrotavola.
Questo dovrà essere scelto con cura in quanto dovrà abbellire la tavola aumentando il senso di raffinatezza dell’insieme ma al contempo non dovrà disturbare i commensali, togliendo la visualità o spazio.

Se si sceglie un centrotavola a base di fiori è necessario che questi NON siano eccessivamente profumati in quanto la fragranza dei fiori può inficiare il lavoro di aromi fatto in cucina e deviare le percezioni durante la cena stessa.
L’altezza dei candelabri inoltre non dovrà disturbare la visualità tra i commensali