L’arte culinaria

L’arte culinaria greca affonda le sue origini più di venticinque secoli fa e non nasce solo nella penisola ma anche nelle colonie della Magna Grecia: per questo motivo la nostra cucina è fortemente influenzata dalla tradizione greca.

I menu tradizionali hanno il vantaggio di combinare gusto e nutrizione.  Questa è la saggezza dei nostri antenati dove non c’è nessun cancerogeno o compromesso.  Clicca per esaminarei dettagli completi qui.  La fragranza e le spezie aggiunte a questi sono perfette.

Mentre nel resto d’Europa non si andava oltre la carne arrostita, in Grecia si era già scoperta l’arte di mescolare sapientemente gli ingredienti. I cuochi ellenici erano molto richiesti presso le ville dei patrizi romani. Nel corso del tempo i più grandi cuochi vennero rispettati al pari dei vecchi saggi. Cosa ci ha lasciato la tradizione della cucina greca?
Molto, non solo nei sapori ma anche in tanti dettagli e negli utensili da cucina: basti pensare che anche il tradizionale cappello alto da chef è di origine greca. Questo, all’interno delle cucine dei monasteri medievali, serviva a distinguere i cuochi dai monaci, che indossavano invece copricapo neri della stessa forma.

In particolare, spesso i medici esaltano la cucina cretese come la più sana ed equilibrata, particolarmente indicata per contrastare patologie cardiologiche e cancerogene. La cucina greca è tipicamente mediterranea e si avvale prevalentemente di prodotti genuini e tipici di quest’area: come del resto nel Sud Italia si consumano soprattutto olio d’oliva, carne d’agnello, pesce e verdure di alta qualità, in particolare melanzane, zucchine e pomodori.
A differenza della gastronomia nostrana però in Grecia non si usa servire il primo piatto: quest’ultimo viene sostituito dai “mesèdes”, ovvero ricchi antipasti a base di sottoaceti, acciughe, insaccati etc. Quello greco è un popolo storicamente legato alla convivialità: mangiare è prima di tutto un’occasione per ritrovarsi intorno alla tavola e parlare, oltre ovviamente a consumare pasti luculliani.

Non vi aspettate scenari di assalto vorace al cibo: è abitudine mangiare piano, gustando i sapori e discutendo sui temi di attualità tra una pietanza e l’altra. Sostanzialmente possiamo individuare 4 segreti fondamentali della cucina greca: ingredienti genuini, uso equilibrato di spezie e condimenti, l’olio d’oliva e ricette semplici.
E’ intuibile che, come avviene in ogni Paese, alla cucina nazionale si aggiungono poi ricette tipiche locali e piatti tipici che variano di zona in zona. In generale inoltre notiamo una grande influenza in Grecia della cucina turca, in particolare negli antipasti. Nelle isole dello Ionio si riscontrano anche influenze veneziane.