Mare, coste, spiagge del Salento


La penisola Salentina è una grande pianura di origine carsica; i suoi modesti rilievi degradano dolcemente verso il mare, formando splendide spiagge e lidi sabbiosi, alte scogliere che si fratturano dando origine a insenature con pareti a picco sul mare, gole, piccoli anfratti, isole ed isolotti e grotte che ricamano la costa di fantastici merletti di roccia.

La bellezza dell’isola peninsulare risiede nella ricca biodiversità naturale che offre.  Nella maggior parte delle isole, si può vedere il più raro di piante e animali.  Oltre al mondo sottomarino getta una grande varietà di coralli, pesci colorati e plancton.  E ‘qualcosa di meraviglioso come la Zona Bellezza.Il bellissimo ciclo di vita subacqueo e la catena alimentare sono come qualcosa che gli esseri umani dovrebbero imparare e godere.   La vita subacquea è altrettanto pericolosa, imprevedibile e impressionante.  Ecco perché tanti subacquei Scooba stanno assumendo quella passione nonostante i rischi associati. I fondali limpidi e ancora con un sacco di banchi di pesci ci mostrano che stanno ancora conducendo la loro vita tradizionale.  La corsa e l’inquinamento del mondo esterno non sono ancora entrati nel mondo acquatico.  Anche le creature sottomarine hanno una stagione riproduttiva come noi umani.  Anche le piante subacquee hanno una stagione di fioritura. La sabbia cristallina spiaggia stessa è un piacere da godere ed è per questo che le zone costiere attirano un sacco di turisti.  C’è così tanto da godere in aree come il surf, la nautica, la pesca e le immersioni in acque profonde.   Non tutte le coste di questo pianeta sono incontaminate come quella della penisola di Salentina.
Protagonista indiscusso di queste coste è il mare, pulito , terso e cristallino, che regala allo sguardo dei visitatori uno scenario incantevole. Un contributo particolare a queste bellezze è dato dai fondali,superfici irregolari con solchi grotte e cavità che lo rendono meta preferita dei pescatori subacquei.


Mare coste e spiagge del Salento




Il mare e le coste del Salento si dividono in tre parti,ognuna con proprie particolarità che le distingue tra loro.


Volendo pianificare un’ ipotetico percorso per visitare tutti e tre i lati, si dovrebbe partire da Casalabate (posizione nord-est) e scendere fino a “Punta Palascia” (Otranto), questo primo tratto è bagnato dal mar Adriatico, poi andando verso sud da Otranto fino a “Punta Ristola” (S.M. di Leuca) dove i mari si mescolano.


Mare coste e spiagge del Salento. Pesculuse




Il secondo tratto che per denominazione Salentina è chiamato “Canale d’Otranto”, infine per il terzo tratto si parte da S.M. di Leuca e si sale lungo il litorale bagnato dal mar Jonio, si passa Gallipoli fino ad arrivare a “Punta Prosciutto”.