La tradizione

La tradizione

E’ risaputo che la tradizione gastronomica italiana è secolare e rinomata. Le ricette della tradizione, unitamente ai prodotti tipici delle nostre regioni sono i più richiesti e i più copiati nel mondo. Le ricette regionali sono delle vere e proprie specialità rese tali soprattutto dalla qualità e dai sapori degli ingredienti che vengono utilizzati. Sarà interessante fare un viaggio attraverso i gusti nostrani per riscoprire antiche usanze o per reinventare i soliti piatti che siamo abituati a proporre. Gli amanti della buona cucina potranno cimentarsi in gustose ricette ripescate dalla tradizione dei borghi di mare o dei villaggi di montagna. Sarà utile riscoprire alimenti che utilizziamo poco nella nostra cucina, specialmente le verdure o i legumi. Tanti piatti della gastronomia italiana nascono dalla necessità di economizzare e quindi sono di facile esecuzione, mentre altri, come i dolci, si prestano ad un’attività culinaria paziente e attenta. Le ricette regionali sono ricche di gusto e spesso sono nate per celebrare una festività o una ricorrenza anche religiosa.

In Italia, al momento della Pasqua, le tradizioni alimentari del paese si riflettono con la preparazione di molti tipi diversi di piatti. L’agnello e le uova saranno obbligatoriamente la parte della celebrazione pasquale sotto forma di regali o sotto forma di dolcetti pasquali. L’agnello simboleggia la vita mentre l’uovo rappresenta la rinascita. Un altro cibo altrettanto importante per i due di cui sopra è Colomba. È la rappresentazione della colomba della pace. Pasqua si celebra per due giorni con il primo giorno come Pasqua, Pasqua e Pasquetta, piccolo giorno di Pasqua che è il lunedì dopo il giorno di Pasqua. Entrambi questi giorni sono dichiarati vacanze in Italia. Si può sempre bene maggiori informazioni qui circa la celebrazione di Pasqua qui.

Colomba: Colomba è una torta. Poiché è la rappresentazione della pace, è progettata a forma di colomba. Questo è preparato nel modo simile di preparare panettone di Natale, ma con piccole modifiche. Invece di usare l’uvetta, viene utilizzata la buccia candita. Mandorle e zucchero di perla sono utilizzati come condimenti per questa torta. Si può cucinare questa torta in meno tempo.

Agnello: Durante la Pasqua, l’agnello è un piatto da preparare e servire. Vari piatti sono preparati con l’agnello come costolette croccanti di agnello, arrosto di gamba, stufato di agnello, polpette di carne di agnello, agnello preparato con vino e molti altri in coda.

Uova di Pasqua: le uova di Pasqua sono decorate uova sode o uova di cioccolato. Viene servito anche con il pasto o utilizzato nei regali di Pasqua di ritorno. Ora al giorno, vengono utilizzate anche uova di legno e uova di plastica con decorazione.

Fagioli freschi: Il giorno di Pasqua, fagioli freschi cioè fava faan o fave sono in preso con il formaggio pecorina. Vengono consumati come spuntino o come antipasto. Questo è seguito principalmente nelle regioni meridionali d’Italia e Lazio.

Salame e uova bollite: per l’antipasto pasquale, il salame e le uova sode sono serviti come consuetudine. Qui, le uova simboleggiano la rinascita e il salame rappresenta la fortuna degli agricoltori che desiderano salame sulla tavola di Pasqua per i pasti.

Torta Pasqualina: Non è altro che una torta salata. È preparato da 33 strati di fogli di phyllo. È condito bene e servito nella tavola di Pasqua.

Ogni stagione dell’anno è caratterizzata da prodotti tipici della nostra terra che ispirano pietanze sempre diverse e sane. L’enorme varietà di prodotti caratterizza la gastronomia nostrana: dal mare ai monti c’è solo l’imbarazzo della scelta. La conformazione del territorio rappresenta una risorsa da questo punto di vista. Il mare che circonda la penisola e il sole del sud caratterizzano la gastronomia delle regioni meridionali con succulenti piatti a base di pesce, mentre le zone di montagna offrono ricette a base di cacciagione o dei prodotti del bosco. Ogni regione ha le proprie specialità, tutte da scoprire e da riproporre alla nostra tavola.