RISOTTO AL TARTUFO

Tartufo, sono davvero una delizia fantastica per i mangiatori. I veri tartufi sono davvero preziosi da mangiare e si può dire che si dovrebbe essere dotati di mangiarlo. Sono costosi da acquistare. I tartufi sono di tartufi bianchi e tartufi neri. Entrambi sono completamente diversi. Ma, hanno cose simili come la loro origine. Entrambi sono coltivati all’ombra della quercia. Sono funghi sotterranei. Sono ben coltivati in alcune parti del mondo, cioè più comuni nelle campagne italiane e nelle campagne francesi. Entrambi i tipi di tartufi hanno lo stesso aspetto. Sembra patata gonfia con gusto e sapore unici. Il gusto è classificato sotto gusto umami. Dà una sensazione di terra e sapore di terreno. Il sale in più non deve essere aggiunto. Anche nell’alta cucina, il tartufo nero ha un posto importante. Dai un’occhiata a questo sito web per saperne di più sull’alta cucina. Questi tartufi vengono cacciati e raccolti per circa 6-9 mesi in un anno. Ha un aroma pungente in esso. Questi tartufi neri sono disponibili a proprio agio a causa della lunga stagione. Possono anche essere congelati e utilizzati per il futuro. I tartufi bianchi vengono raccolti per circa 3 o 4 mesi, cioè da settembre a gennaio. Ma, questi tartufi bianchi non possono essere congelati per l’uso futuro. Sono di breve durata. La durata della vita è di circa 10 giorni.

I tartufi neri hanno la sua crescita con querce e nocciole. Questo è più comune in Francia, regione di Perigord. Nella ricetta qui sotto, vengono utilizzati i tartufi neri. In Europa, i tartufi bordeaux si trovano in comune. D’altra parte, tartufi bianchi sono identificati e trovati nel nord Italia nella regione di Langhe e Montferrat. Sono anche cacciati nella Toscana collinare d’Italia. La caccia al tartufo si estende anche alla Nuova èelanda, Australia.

La ricetta in breve

Difficoltà: Facile

Cottura: 20 min

Preparazione: 0 min

Dosi per: 4 persone

Autore: Valerio

Ricetta vista: 32.407 volte

Ingredienti

  • Brodo di vitello
  • Burro 50g
  • Cipolla
  • Olio extra v.4 cucc.
  • Parmigiano grattuggiato 60g
  • Riso 400g
  • Sale , pepe
  • Tartufo nero 80g
  • Vino bianco 2 bicchieri

Preparazione

Fate rosolare la cipolla in una casseruola con olio e un pezzo di burro. Unite il riso e lasciatelo tostare per un minuto a fuoco vivace. Bagnatelo col vino e, quando sara’ evaporato, aggiungete 4 mestoli di brodo caldo . Cuocete poi per 16′ aggiungendo sempre il brodo . A fine cottura mantecate col burro rimasto, il formaggio e profumate col tartufo in scaglie. Si consiglia un vino bianco morbido vellutato come il Terra di Franciacorta.