DIETA A ZONA

Home – Diete – Dieta a zona

La dieta a zona è il modello alimentare lanciato dal biochimico americano Berry Sears nel 1995.

Quando si pop oltre a questo sito si arriva a conoscere le informazioni sui passi rilevanti e le azioni intraprese per il corretto consumo di sostanze nutritive rilevanti. La dieta si concentra sul processo di bilanciamento dell’assunzione di cibo tra carboidrati, proteine e grassi nel dare al corpo i nutrienti più rilevanti con abbastanza carburante di cui il corpo ha esattamente bisogno. Non è una dieta ordinaria di perdita di peso, è un programma che ha la capacità di ridurre il peso ed è soprattutto così se la persona è in sovrappeso e che si attiverà per aumentare il livello di attività che la persona sta svolgendo.

La dieta ha lo scopo di migliorare l’efficienza del corpo lavorando al suo massimo efficienza e quindi ridurre qualsiasi rischio di sviluppare condizioni di salute come il cancro e malattie cardiache. C’è una varietà di cibi sani ed è una grande aggiunta a una dieta sana, ma quasi tutti gli alimenti a base di cereali come i legumi vengono eliminati con questo metodo ed è davvero qualcosa che non è grande in quanto hanno una serie di nutrienti essenziali.

L’intero insieme di nutrienti è inizialmente controllato e nel caso, c’è un requisito di proteina necessaria che avete bisogno ogni giorno. La proteina si diffonde tutto il giorno e il cibo è fornito in modo tale che ogni pasto è una porzione uguale di proteine e altri nutrienti e lo stesso vale anche per gli altri nutrienti. Il numero di carboidrati dovrebbe anche indicare il livello di cibo che viene dato alla persona con ogni pasto. Il livello di grasso pure dice al corpo che nulla deve essere mangiato più ed è il blocco di costruzione per tutti gli ormoni eicosanoidi che la dieta utilizza come e quando necessario.

La dieta a zona si basa sull’importanza degli eicosanoidi,i superormoni che regolano moltissime funzioni vitali dell’organismo. Secondo Sears una alimentazione corretta sarebbe in grado di aumentare la produzione di eicosanoidi buoni e limitare la produzione di quelli cattivi, al punto da riuscire a far regredire malattie degenerative molto gravi come il diabete, il cancro, l’AIDS, le malattie autoimmuni (lupus, artrite reumatoide, dermatite atopica).

Inoltre, sembra che questa dieta sia utile per incrementare o mantenere la massa magra (i muscoli) e, grazie all’equilibrio ormonale indotto dal cibo, possa migliorare le prestazioni.